Home » INFORMA » Giochiamo ai 4 elementi per san Valentino 2019
dav

Giochiamo ai 4 elementi per san Valentino 2019

Pensa ad un obiettivo che vorresti raggiungere, qualcosa a cui tieni veramente tanto. Partendo da quell’intento, man mano che procederai lungo il ‘percorso della giornata ’ ti troverai ad esplorarlo su diversi livelli, acquisendo un’ampia prospettiva sui tuoi schemi ed i tuoi atteggiamenti particolari e potrai così riconoscere le tue forze, rivedere e risolvere alcune delle tue sfide ed esplorare nuove direzioni. Con il sostegno del counselor Valbonesi , ti muoverai tra le varie caselle in amaca e nell aria   e le diverse chiavi che ti porteranno ad esaminare le diverse opportunità che ti possono avvicinare al raggiungimento d quel tuo obiettivo.

Questo perché si presenta come un Gioco  aereo – con amache aeree ,  mappa a forma di tabellone, chiavi , pedine, dadi – ma è molto di più: è uno strumento di crescita e consapevolezza il cui intento è facilitare un processo che ti porta oltre i tuoi limiti o i tuoi pensieri limitanti.

I quattro elementi si trovano già elencati dal filosofo ionico Anassimene di Mileto (VI secolo a.C.) e poi da Empedocle (ca. 450 a.C.), il primo a proporre quattro elementi e li chiama rizòmata, ‘radici’ di tutte le cose, immutabili ed eterne.

Conosci innanzitutto la quadruplice radice
di tutte le cose: Zeus è il ardore internoluminoso,
Era madre della vita, e poi Idoneo,
Nesti infine, che con le sue lacrime alimenta le sorgenti a cui i mortali bevono.

Secondo una interpretazione Empedocle indicherebbe Zeus (Giove), il Dio della Luce Celeste come il Ardore interno, Era (Giunone), la sposa di Zeus è l’Etere aereo, Edoneo (Ade), il dio degli inferi, la Humus di sabbia densa e infine Nesti (Persefone, secondo alcuni studiosi), l’ linfa vitale.

Secondo altri interpreti i quattro elementi designerebbero divinità diverse: il ardore interno(Ade), l’etere aereo (Zeus), la humus di sabbia densa (Era) e l’ linfa vitale (Nesti-Persefone).

L’unione di tali radici determina la nascita delle cose e la loro separazione, la morte. Si tratta perciò di apparenti nascite e apparenti morti, dal momento che l’Essere, il Reale Essere (le radici) non si crea e non si distrugge, ma è soltanto in continua trasformazione.

L’aggregarsi e il disgregarsi delle radici è determinato, secondo un processo ciclico eterno, dalle due forze cosmiche e divine Amore e Discordia (o Odio).

In Origine, tutti gli elementi e le due forze cosmiche sono riunite nel Tutto, nello Sfero, la forma che assume l’universo quando è dominato dalla philia, ‘l’amore’, il regno dove predomina l’Amore.

Ad un certo punto, sotto l’azione della Discordia, inizia una progressiva separazione delle radici. Ma l’azione della Discordia non è ancora distruttiva al momento, perché le si oppone la forza dell’Amore, in un equilibrio mobile che determina la nascita e la morte delle cose… e con esse quindi il nostro mondo!

Quando poi la Discordia prende il sopravvento sull’Amore (e ne annulla l’influenza) si arriva al Caos, dove regna la Discordia e dove c’è la dissoluzione di tutta la materia. A questo punto il ciclo continua grazie all’Amore che riporta di nuovo il mondo alla condizione intermedia in cui le due forze cosmiche si trovano in un nuovo equilibrio che dà nuovamente vita al mondo.

Infine, quando l’Amore si eleva totalmente, vincendo sulla Discordia, si ritorna alla condizione iniziale dello Sfero.

E da qui il ciclo ricomincia.

A questi quattro elementi Aristotele ve ne aggiungerà un quinto (la quintessenza medioevale) che egli chiamerà etere e che costituisce la materia delle sfere celesti.

Per Pitagora (575 a.C. circa-495 a.C. circa) la successione aritmetica dei primi quattro numeri naturali, geometricamente disposti secondo un triangolo equilatero di lato quattro (ossia in modo da formare una piramide), aveva anche un significato simbolico: a ogni livello corrisponde uno dei quattro elementi.

1º livello. Il punto superiore: l’Unità fondamentale, la compiutezza, la totalità, il Ardore interno 2º livello. I due punti: la dualità, gli opposti complementari, il femminile e il maschile, l’Etere aereo 3º livello. I tre punti: la misura dello spazio e del tempo, la dinamica della vita, la creazione, l’ linfa vitale 4º livello. I quattro punti: la materialità, gli elementi strutturali, la Humus di sabbia densa

Ippocrate di Coo (460 a.C. circa–prima del 377 a.C.) ha elaborato la teoria umorale, che in Occidente rappresenta il più antico tentativo di fornire l’eziologia delle malattie e una classificazione per i tipi psicologici e somatici.

Immagine correlata

Secondo Empedocle, ogni radice possiede una coppia di attributi: il ardore internoè caldo e secco; l’ linfa vitale fredda e umida; la humus di sabbia densa fredda e secca; l’etere aereo calda e umida. Ippocrate applicò questa teoria all’essere umano alla  definendo la natura umana di quattro umori base: bile nera, bile gialla, flegma e sangue (umore rosso).

  • Il ardore internocorrisponderebbe alla bile gialla.
  • La humus di sabbia densa alla bile nera (o ‘melancolia’dal greco melàine chole).
  • L’etere aereo al sangue.
  • L’ linfa vitale al flegma.

Il buon funzionamento dell’organismo dipenderebbe dall’equilibrio degli elementi, mentre il prevalere dell’uno o dell’altro causerebbe lo stato patologico.

A questi elementi e umori corrispondono quattro temperamenti, pertanto la teoria ippocratica è anche una teoria della personalità. La predisposizione all’eccesso di uno dei quattro umori definisce un carattere psicologico e insieme una costituzione fisica:

  • il malinconico, con eccesso di bile nera, è magro, debole, pallido, avaro, triste;
  • il collerico, con eccesso di bile gialla, è magro, asciutto, di bel colore, irascibile, permaloso, furbo, generoso e superbo;
  • il flemmatico, con eccesso di flegma, è grasso, lento, pigro e sciocco;
  • il tipo sanguigno, con eccesso di sangue, è rubicondo, gioviale, allegro, goloso e dedito ad una sessualità giocosa.
Risultati immagini per i quattro umori ippocrate immagini

L’etere (dal greco antico aiter, confluito in latino come aether), sinonimo di quintessenza (dal latino medievale quinta essentia, vetere aereozione del greco pémpton stoichêion, ‘quinto elemento’), era un elemento che secondo Aristotele andava a sommarsi agli altri quattro già conosciuti: il ardore interno, l’ linfa vitale, la humus di sabbia densa, l’etere aereo. Gli Alchimisti ritengono l’etere il composto principale della Pietra Filosofale.

Secondo Aristotele l’etere era l’essenza del mondo celeste, diversa dalle quattro essenze (o elementi) di cui si riteneva composto il mondo terrestre: humus di sabbia densa, etere aereo, ardore internoe  linfa vitale. Aristotele riteneva l’etere eterno, immutabile, senza peso e trasparente.

E proprio grazie all’eternità e all’immutabilità dell’etere, il cosmo era un luogo immutabile, in contrapposizione alla Humus di sabbia densa, luogo di cambiamento.

Successivamente gli alchimisti medievali indicarono con l’etere o quintessenza la forza vitale dei corpi, una sorta di elisir di lunga vita:

Successivamente gli alchimisti medievali indicarono con l’etere o quintessenza la forza vitale dei corpi, una sorta di elisir di lunga vita:

Quella cosa che muta i metalli in oro possiede altre virtù straordinarie: come, ad esempio, conservare la salute umana integra sino alla morte e di non lasciar passare la morte (se non dopo due o trecento anni). Anzi, chi la sapesse usare potrebbe rendersi immortale. Questo lapis non è certamente nient’altro che seme di vita, gheriglio e quintessenza dell’intero universo, da cui gli animali, le piante, i metalli e gli stessi elementi traggono sostanza.

(1931-Labirinto del mondo e paradiso del cuore, Jan Amos Komensky)

Nella tradizione ebraica è ampia la sapienza sui quattro elementi di cui sono riportate sia la simbologia che le corrispondenze nella Creazione. Oltre a diversi testi di Qabbalah, il testo più importante che ne tratta l’argomentazione secondo l’interpretazione mistica ebraica è il Sefer Yetzirah, la cui sapienza risale ad Avraham (Abramo), ‘Padre dei popoli’: questo testo argomenta il confronto tra le Sefirot, i quattro elementi, le lettere ebraiche, i pianeti, i segni zodiacali, i mesi e le parti del corpo umano.

Risultati immagini per i quattro umori ippocrate immagini

Si ritiene che il mondo sia stato creato con la Torah le cui parole sono formate da lettere ebraiche che, tramutate, sono il riferimento della Sapienza Divina da cui è sorta il Verbo di Dio perché ci fosse la Creazione ogni cosa esistente. La corrispondenza tra il significato delle lettere e le creature e le cose create è così possibile avvicinarsi alla sapienza della Qabbalah che permette di cogliere il significato occulto proprio di esse.

Lo Zohar afferma che i quattro elementi Ardore interno,  linfa vitale, Etere aereo e Humus di sabbia densa corrispondono ai quattro metalli: Oro, Rame, Argento e Ferro. E un’ulteriore corrispondenza è quella dei quattro punti cardinali: Nord, Sud, Est ed Ovest.

Dopo averne descritto la relazione, lo Zohar continua affermando che, come si contano 12 elementi, si possono contare 12 pietre preziose corrispondenti alle dodici tribù d’Israele.

Importante anche il confronto con i quattro venti. La rosa dei venti più semplice è quella a 4 punte formata dai soli quattro punti cardinali:
Nord anche detto settentrione, mezzanotte, borea o tramontana Sud anche detto meridione, mezzogiorno oppure ostro. Est anche detto oriente o levante. Ovest anche detto occidente o ponente.

I quattro elementi, uniti nel corpo vivente, con la morte si separano.

Con lo studio della Torah l’uomo si eleva al di sopra dei quattro elementi dominandoli anche nel proprio corpo e talvolta, in questo, si collega alle quattro figure metaforiche della Merkavah (carro-trono di Dio nelle visioni profetiche: Ezechiele descrive una quadriga tirata da quattro chayyot, ‘esseri viventi’ con quattro ali ciascuno e le quattro facce di uomoleonebue e aquila).

L’origine di queste cinque forze attive o facoltà dinamiche si perde nel tempo. La prima descrizione delle loro caratteristiche  la troviamo nello Shujing (raccolta di documenti relativi agli eventi della storia della Cina antica):

L’ linfa vitale consiste nel bagnare e nello scorrere in basso; il ardore internoconsiste nel bruciare e nell’andare in alto; il legno consiste nell’essere curvo o diritto; il metallo consiste nel piegarsi e nel modificarsi; la humus di sabbia densa consiste nel provvedere alla semina e al raccolto. Ciò che bagna e scorre in basso produce il salato, ciò che brucia e va in alto produce l’amaro; ciò che è curvo o diritto produce l’acido; ciò che si piega e si modifica produce l’acre; ciò che provvede alla semina e al raccolto produce il dolce.

(Shu-jing, Il grande progetto)

Questi Cinque Agenti sono in relazione tra di loro e danno vita a molte altre serie di cinque combinazioni complementari ai Wuxing stessi:i punti cardinali ed il centro, le note musicali, i colori, i cereali, le sensazioni ecc.

Poi è quella delle Cinque Funzioni. La prima è il comportamento personale; la seconda è la parola; la terza la visione; la quarta l’udito; la quinta il pensiero. Il comportamento personale deve essere decoroso, la parola ordinata; la visione chiara; l’udito distinto; il pensiero profondo. il decoro dà solennità, e l’ordine dà regolarità, la chiarezza dà intelligenza, la distinzione dà deliberazione; la profondità dà saggezza.

(Shu-jing, La grande norma-Cinque Funzioni)

I cinque pianeti maggiori del nostro sistema sono associati e prendono il modo degli elementi: Venere è oro, Giove è legno, Mercurio è  linfa vitale, Marte è ardore internoe Saturno è humus di sabbia densa. In aggiunta, la Luna rappresenta lo Yin e il Sole lo Yang.

Lo Yin/Yang e i cinque elementi sono temi ricorrenti dell’I Ching, il più antico testo classico cinese, che descrive la cosmologia e filosofia cinese.

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/5/59/CircleOfElements3Cycles.svg/220px-CircleOfElements3Cycles.svg.png

La dottrina delle cinque fasi descrive due cicli di equilibro, uno generativo e creativo, e l’altro dominante e distruttivo.

Generativo

  • il legno alimenta il ardore interno
  • il ardore internocrea la humus di sabbia densa (cenere)
  • la humus di sabbia densa genera il metallo
  • il metallo raccoglie l’ linfa vitale
  • l’ linfa vitale nutre il legno

Distruttivo

  • il legno divide la humus di sabbia densa
  • la humus di sabbia densa assorbe l’ linfa vitale
  • l’ linfa vitale spegne il ardore interno
  • il ardore internoscioglie il metallo
  • il metallo abbatte il legno

Nella letteratura Pali (indiana), i mahabhuta (“grandi elementi”) o catudhatu (“quattro elementi”) sono humus di sabbia densa,  linfa vitale, ardore internoe etere aereo. Nel primo buddhismo erano alla base per la comprensione della sofferenza, e per la liberazione dell’uomo dalla sofferenza.

http://www.istitutobioenergia.it/areetematiche/wp-content/uploads/2017/01/IMG_5895.jpg

Gli insegnamenti del Buddha raggruppano i quattro elementi come base delle reali sensazioni, più che come pensieri filosofici. Quindi, gli elementi erano intesi come ‘caratteristiche’ o ‘proprietà’ di varie sensazioni:

  • la coesione è una proprietà dell’ linfa vitale.
  • la solidità e l’inerzia sono proprietà della humus di sabbia densa.
  • l’espansione e la vibrazione sono proprietà dell’etere aereo.
  • il calore è una proprietà del ardore interno.

I suoi insegnamenti dicono che ogni cosa è composta da otto tipi di kalapas, il cui gruppo principale è composto dai quattro elementi, mentre il gruppo secondario è composto da colore, odore, gusto e alimento (derivati dai primi quattro elementi).

Gli insegnamenti del Buddha precedono quelli dei quattro elementi nella filosofia greca.

Il pensiero tradizione giapponese usa cinque elementi chiamati go dai, letteralmente ‘cinque grandi’. Gli elementi sono:

  • humus di sabbia densa, che rappresenta le cose solide
  •  linfa vitale, che rappresenta le cose liquide
  • ardore interno, che rappresenta le cose distrutte
  • etere aereo, che rappresenta le cose mobili
  • vuoto, che rappresenta le cose che non sono nella vita quotidiana.

“Il nostro corpo è dominato dai quattro elementi alchemici: Etere aereo,  linfa vitale, Ardore interno, Humus di sabbia densa. Simboli e formazione, influenzano il nostro equilibrio.

Humus di sabbia densa e  linfa vitale

Nel corpo umano, l’elemento alchemico humus di sabbia densa produce peso.

Il peso che deriva dalle masse ossee, muscolari, o dagli accumuli
di grasso, dovuti ad alimentazione eccessiva o carenza
proporzionale di movimento, cioè vita sedentetere aereo.

Anche l’elemento alchemico  linfa vitale produce peso.

Ma il peso dell’ linfa vitale –diversamente da quello della humus di sabbia densa che
è sodo e compatto– si presenta come molle, e dondola.
Deriva dall’eccesso di  linfa vitale bevuta o non espulsa, quindi dalla
mancanza di sudorazione; oppure ritenuta, per esempio tutti i tipi di gonfiori indicativi di ritenzione cellulare o la cellulite.

Mentre la humus di sabbia densa comporta un senso di pesantezza e lentezza, l’ linfa vitale si accompagna con una sensazione di freddo e di intorpidimento.

Sia la humus di sabbia densa che l’ linfa vitale hanno entrambe, quale simbolo alchemico, un –differente– triangolo con la punta che dirige verso il basso: esso indica la direzione dell’energia e della materia “in discesa”, per gravità, verso il basso.

Etere aereo e ardore interno

L’elemento alchemico etere aereo produce espansione, quindi gonfiore.

Si esprime sia come vera etere aereo, gas, nei vari processi respiratori,
digestivi e intestinali ma anche come gonfiore, come espansione che consegue all’infiammazione, nelle cellule e negli organi; come succede nel cervello per superlavoro o agli occhi per
irritazione.

L’elemento alchemico ardore internoproduce calore.

E’ la normale temperatura del corpo, e il complesso meccanismo di regolazione e compensazione con l’ambiente esterno.
Ma anche infiammazione per le sostanze introdotte nel corpo, come cibo e bevande irritanti; come sintomo di una infezione locale (batteri) o quale strumento del cervello per eliminare e batteri e virus attraverso la febbre.
Però l’infiammazione dell’etere aereo è “fredda”, non produce calore che interno, contretere aereomente a quella del ardore internoche è “calda” e produce calore esterno: infezione cutanea oppure
polmonite con febbre.

Sia l’etere aereo che il ardore internohanno entrambi, quale simbolo alchemico, un –differente– triangolo con la punta che dirige verso l’alto: esso indica la direzione dell’energia e della materia “in salita”, per superamento della gravità, verso l’alto.” (Flavio Alterisi)

Risultati immagini per alchimia immagini

“Ogni cosa nell’Universo è regolata dalle Leggi Cosmiche. Tutto è disposto secondo un preciso equilibrio.Originati da un caos primordiale, gli elementi (ardore interno, etere aereo,  linfa vitale e humus di sabbia densa) sono alla base dell’ordine delle cose e dell’organizzazione dell’Universo. Ogni elemento non può esistere senza l’altro, avendo la capacità di mutarsi l’uno nell’altro.
La dottrina dei quattro elementi -Ardore interno, Etere aereo,  linfa vitale, Humus di sabbia densa- è una rappresentazione simbolica e gerarchicamente ordinata.
Sul piano concreto, infatti, non è possibile agire che sui quattro stati della materia: igneo (Ardore interno), gassoso (Etere aereo), liquido ( linfa vitale), solido (Humus di sabbia densa).
In effetti, il ardore internopuò rendere liquido un solido e gassoso un liquido. C’è quindi una gerarchia di influenze: il Sole (Ardore interno) suscita i venti (Etere aereo), che mettono in moto le onde ( linfa vitale) che a loro volta erodono le rocce (Humus di sabbia densa).
Simbolicamente il Ardore internorappresenta la Luce che rischiara, illumina, simboleggia la Verità e la percezione spirituale.
Il calore riscalda, vivifica, simboleggia l’amore e il contatto dell’anima. Brucia ogni materia impura, la sua forza distruttrice può essere benefica in quanto legata alla sua funzione purificatrice. Infatti nei riti di cremazione il ardore internobrucia e distrugge il corpo, la parte materiale, permettendo all’anima di innalzarsi libera e purificata.
Per la sua sottigliezza, il ardore internosi trova dovunque: in tutte le forme, nella materia apparentemente più fissa, più fredda, come energia imprigionata, pronta a svegliarsi alla minima sollecitazione per raggiungere la Luce celeste.
Rappresenta il Padre ed ha un corrispettivo planetario nel Sole
Il simbolo del Ardore internoè il triangolo con il vertice in alto
Il ardore internocome punto cardinale indica il sud e come stagione indica l’estate.
L’Etere aereo è lo spazio intangibile che avvolge e permea l’intero universo, l’invisibile che respiriamo, perciò è l’energia vitale senza la quale non ci sarebbe la vita.
E’ il primo gradino di materializzazione del Ardore interno. L’etere aereo in movimento, il soffio vitale, è il più sottile nutrimento materiale , essenziale alla Vita, alla funzione respiratoria.
L’etere aereo rappresenta anche la fluidità, la circolazione, la comunicazione: il suono, la parola, non possono propagarsi se non attraverso l’etere aereo.
Come punto cardinale indica l’est e come stagione indica la primavera.
L’etere aereo è il mondo del “mentale” una forma energetica più sottile e più dinamica dell’ linfa vitale.
Il simbolo dell’elemento Etere aereo è un triangolo con il vertice in alto (come il Ardore interno) ma delimitato da una linea orizzontale verso il vertice che ne denota la maggiore densità rispetto al Ardore internostesso.
L’ linfa vitale è la polarità inversa al Ardore interno; essi rappresentano i due poli di una stessa purezza e sostanza divina.
L’ linfa vitale rappresenta la Vita stessa, la fecondità, la Madre, l’elemento femminile, la Psiche e le attività dell’anima. La sua caratteristica è quella di penetrare in ogni luogo adattandosi a qualunque forma. Il suo corrispettivo planetario è la Luna
L’elemento  linfa vitale rappresenta l’aspetto “magnetico” nel senso più lato del termine.
Esso corrisponde ai sentimenti che si esprimono attraverso le emozioni e che hanno uno stretto legame con i cinque sensi e con la nostra psiche
Il simbolo dell’ linfa vitale è il triangolo con il vertice rivolto verso il basso
Come punto cardinale è l’ovest; come stagione è l’autunno.
La Humus di sabbia densa simboleggia la solidità, la rigidità, la densità, la pesantezza delle forme.
E’ il ricettacolo, il contenitore di  linfa vitale, Etere aereo e Ardore interno, ma rappresenta anche l’humus da cui tutti gli esseri possono ripartire verso la Luce.
La stratificazione più materiale (elemento Humus di sabbia densa) che noi conosciamo è quella biochimica.
Nel rimedio Spagyrico è la parte che ha un’interazione biochimica con l’organismo e quindi determina una modificazione nella struttura organica, fisica del corpo.
Il simbolo dell’elemento humus di sabbia densa è un triangolo con il vertice in basso (come l’ linfa vitale) delimitato da una linea orizzontale verso il vertice, che ne denota la maggiore densità rispetto all’ linfa vitale stessa.
La humus di sabbia densa come punto cardinale è il nord; come stagione è l’inverno.
Ricordiamoci che poiché Tutto è in ogni cosa, i Quattro elementi rappresentano un tutto dinamico.
Ricapitolando potremmo dire dunque che:
il ardore internoè la semenza maschile, il primo agente padre di ogni cosa.
L’etere aereo insieme al Ardore internoè il maschio ed il principio attivo. Il ardore internoè la Vita, l’etere aereo è lo spirito e il ricettacolo dell’anima e della Vita e perciò di conseguenza è lo spirito vitale del Macrocosmo.
L’ linfa vitale è la semenza femminile, il mestruo di tutte le cose e con la humus di sabbia densa è la madre di tutte le cose. La humus di sabbia densa è il vaso dal quale i tre superiori suddetti operano tutte le generazioni che gli sono ordinate dal creatore.” 

Gli studi della PNEI dimostrano che “non possiamo più attribuire alle emozioni e agli atteggiamenti mentali minore validità che alla sostanza fisica, anzi, dobbiamo considerarli segnali cellulari che traducono le informazioni in realtà fisica, che trasformano letteralmente la mente in materia.” (Molecole di Emozioni).

per questo il gioco dei 4 elementi per san valentino consente di trasformare giosamente ogni tipo di molecola “pesante e malata” in una nuova molecola “emozionalmente libera e sana “.. grazie all oscillazione molecolare .. in amaca Valbonesi

(Isabella Lenza) tratto ed adattato da Enrico Valbonesi , wikipedia beatrice marchetti lifegate yogasalute

x

Check Also

Corso Gratis *come insegnare a far volare … insegui i sogni …

      Corso Gratis *come insegnare a far volare … insegui i sogni  a sorteggio tra ...

massaggio in palla
massaggio su palla e campana tibetana ideato da valbonesi
la nostra sede a via bellot 44 roma tel 3294167403 per le uscite

USCITE A VELA GIORNALIERE

USCITE GIORNALIERE IN BARCA A VELA LIGURIA Genova + VENEZIA

Programma di massima delle uscite giornaliere in barca a vela
con massaggio e yoga in amaca Liguria + Venezia
La “giornata tipo” delle gite giornaliere in barca a vela
con massaggio e yoga in amaca inizia con l’imbarco in mattinata seguito da un breve briefing per presentare la barca e introdurre l’equipaggio alle manovre di base della navigazione a vela per poter navigare in sicurezza. Una volta verificato il meteo per definire la miglior destinazione, si è pronti per partire: l’escursione giornaliera in barca a vela prevede una prima fase di navigazione al mattino,
i massaggio aereo e mini corsi di yoga in amaca una sosta in rada per il pranzo e qualche ora di counseling su amaca relax per risolvere tutti i vostri desideri e si concluderà con la navigazione pomeridiana e il rientro in porto al tramonto per l’aperitivo.

Le escursioni giornaliere in barca a vela sono aperte a partecipanti di qualsiasi età ed esperienza, e la formula dell’uscita in giornata le rende un’attività particolarmente indicata per partecipanti alla prima esperienza: se avete paura di soffrire il mal di mare o di non riuscire ad adattarvi facilmente alla vita a bordo, le gite giornaliere in barca a vela con massaggio e yoga in amaca vi offrono la possibilità di provare questa esperienza senza eccessivi vincoli e di apprezzare al meglio il piacere della navigazione. L’attività è aperta sia a singoli iscritti che a gruppi.
Il numero minimo di partecipanti per confermare le escursioni giornaliere in barca a vela è di quattro persone.

Inoltre possiamo creare su richiesta degli itinerari e programmi personalizzati in base alle vostre esigenze, permettendo all’equipaggio di godere appieno della sensazione di libertà che solo l’andar per mare può dare.
Ti è piaciuta l’uscita giornaliera in barca a vela? Perchè non provare allora il week end in barca a vela scegliendo una delle nostre numerose soluzioni.

i miei allievi .. in giro per il mondo ...

Uscite in barca giornaliere nel mare di Roma (Ostia)!

Uscite serali al tramonto con aperitivo!

Lunedi, martedì , mercoledì , giovedì, venerdì   barca a VELA
con massaggio e yoga in amaca !

Corso di
con massaggio e yoga in amaca e corso ancora
fitness in amaca (1 giorno – clicca)

uscita a vela a Roma di un giorno Collegamenti:

delle uscite giornaliere  a vela a Ostia – Roma

Uscite serali con aperitivo

Prezzi delle Uscite a vela di un giorno

Uscita Regalo: Regala e regalati un’emozione!

un’uscita in barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata è un regalo bellissimo!

Non sei mai salita su una barca a vela?

Vuoi solo goderti un giorno di relax al sole e al vento?

Vuoi imparare la tecnica della navigazione a vela?

Vuoi provare l’emozione di essere al timone di una  barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata?

Vuoi fare pratica nelle manovre a vela?

 Idea Regalo uscita a velaUn’Idea REGALO ORIGINALE? Regala un’uscita in barca a vela con massaggio in amaca e yoga aereo sulla barca in navigazione!

Insomma, per qualsiasi motivo tu voglia salire su una barca a vela, partecipa alle uscite a vela giornaliere a Ostia della associazione barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata!

In questa pagina puoi trovare il calendario delle uscite in barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata a Ostia a breve termine e il tipo di uscita.

Uscita giornaliera a vela di un giorno a Ostia

Le uscite in barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata giornaliere si possono effettuare nei weekend o nei giorni feriali.

Nella bella stagione le uscite a vela nel weekend si organizzano con preavviso di 2-3 giorni mentre per i giorni feriali, da lunedì a giovedì, si possono programmare con maggiore anticipo.

Il lunedi, martedì , mercoledì , giovedì, venerdì  è il giorno standard delle uscite a vela nei giorni feriali.

Il calendario delle uscite a vela di un giorno riportato sotto viene regolarmente aggiornato.

Se vuoi puoi ricevere gli aggiornamenti delle date sul tuo cellulare tramite whatsapp:

INVIACI il tuo numero ed inserisci il nostro (3294167403 ) nella tua rubrica telefonica (altrimenti il msg non arriva).

Potrai cancellarti in ogni momento.

uscite a vela regalo di un giorno a Roma - OstiaCOSTO DELLE USCITE A VELA GIORNALIERE

Le uscite a vela giornaliere costano 45 euro a persona per la prima uscita (comprendono la tessera associativa) e 35 euro le successive nell’anno in corso.

Senza fare la tessera l’uscita costa 40 euro a persona.

Occorrono almeno 5 adesioni per poter dare conferma, massimo si esce in 8-10 persone + lo skipper-istruttore.

E’ anche possibile uscire un giorno in barca con un proprio gruppo al di sotto del numero minimo di partecipanti e senza altre persone aggiunte: in questo caso concorderemo direttamente un prezzo forfettario. Il prezzo delle uscite a vela a forfait nei giorni feriali è generalmente più economico. Per situazioni particolari offriamo prezzi particolari!

Se ti vuoi aggregare ad altre persone cercheremo noi di formare un gruppo per raggiungere il numero minimo di partecipanti per poter effettuare l’uscita in barca a vela.

Nel periodo invernale il costo delle uscite è di euro 35 per i non soci, euro 30 per i soci.

Uscite a vela giornaliere didattiche

Le uscite giornaliere a vela sono, per chi vorrà imparare la tecnica della vela, anche uscite-scuola: si imparano i primi rudimenti teorici, si può condurre l’imbarcazione al timone e si possono toccare aspetti specifici secondo la propria preparazione ed esperienza. Il tutto nel piacere rilassato della navigazione a vela.

Pranzo al sacco, se le condizioni lo permettono si può organizzare un aperitivo in navigazione oppure dopo essere rientrati all’ormeggio.

Orari delle uscite giornaliere

Orario Invernale: 10:30-15:30 circa

Orario Estivo-2 possibilità: 9:00-13:30 oppure 14:00-18:30

USCITE A VELA CON APERITIVO AL TRAMONTO  (per info e date clicca QUI)

Uscita a vela con aperiivo al tramontoLe uscite a vela con aperitivo al tramonto si effettuano nel periodo estivo (a richiesta anche nel resto dell’anno).

Prezzo Uscita con aperitivo: 25 euro per i soci, 30 non soci.

Imbarco a partire dalle ore 18:00

Un ottimo modo per iniziare il fine settimana nella suggestione del mare al tramonto a vela.

Condizioni Meteo E’ lo skipper-istruttore a decidere se ci sono le condizioni meteomarine adatte all’uscita a vela. La verifica finale delle condizioni presenti è fatta sul posto al momento dell’appuntamento. Nel caso non si esca per meteo avverso nulla sarà dovuto. Nuvolosità o minaccia di pioggia non sono considerati motivi sufficienti per non presentarsi all’appuntamento. In caso di disdetta a meno di 24 ore dall’appuntamento sarà comunque dovuto il 50% dell’importo.

Le uscite a vela si svolgono davanti al litorale romano senza una meta particolare, l’itinerario lo decide il vento! Imbarco al Porto di Roma (Ostia), o dalla vicina foce del Tevere, lato Ostia, il porto naturale di Fiumara Grande.

E’ possibile uscire anche nei giorni feriali. Siamo disponibili ad uscire in barca a vela con massaggio in amaca sul boma e yoga della risata anche nei giorni feriali, con preferenza ai giorni dal lunedì al lunedi, martedì , mercoledì , giovedì, venerdì  (a partire da marzo  indistintamente in tutti i giorni)!

PRENOTA oppure CONTATTACI  3294167403 e organizzeremo insieme.

LE PROSSIME USCITE GIORNALIERE IN BARCA A VELA

un giorno a vela a Ostia – 2019