Home » INFORMA » Archeologia e Yoga in amaca nei siti energetici dell Europa con accompagnamento di biomusicologia

Archeologia e Yoga in amaca nei siti energetici dell Europa con accompagnamento di biomusicologia

Archeo Yoga suI PARCHI nei templi   di tutte le città europee a: Roma , Lione , San german, Malta, Instambul ,Ravenna…Firenze,RAMI ANTIETà musicale, ricercatore vocale, studioso di fenomenologia del suono, di psicoacustica, biomusicologia e di comunicazione intuitiva


Visita guidata alla scoperta dei fasti e dei luoghi energetici , templi e delle Vie Antiche
e Lezione di Yoga conclusiva nel parco. L’esperienza Archeo-Yoga ideata da Valbonesi e, vuole essere un vero e proprio percorso sensoriale, fisico e mentale che arricchisca sotto ogni punto di vista!
Si parlerà di Archeologia, Arte, Storia, Potere e Misfatti.
Al termine della visita guidata si terrà una lezione di Hatha Yoga (aperta anche a chi non ha mai praticato questa disciplina), che vi permetterà di fare una nuova esperienza rilassante e magica, proprio nel parco dell’Appia Antica
La visita guidata non prevede ulteriori biglietti d’ingresso.
I dettagli sull’appuntamento e sul necessario da portare saranno specificati nella email di notifica.

Archeo-Yoga, nutrimento per lo Spirito e per la Mente!

Occorre per la visita:
tappetino o asciugamano per potersi mettere a terra sull’erba,
Abiti e Scarpe comode e una bottiglia d’acqua.

Guida spirituale di Roma: RAMI Dott.Valbonesi  3281616331

Insegnante di  Hatha Yoga: vincenzo itrino

RIIFLESSSSOLOGIIA FACCIIALE
VIIETNAMIITA
DIEN’ CHAN’ – RIFLESSOLOGIA FACCIALE
VIETNAMITA
Conoscerla per autocurare moltissismi problemi
Tutte le malattie sono basate su una cattiva circolazione dell’energia. Se si
cerca di curare soltanto l’organo malato, non si potrà mai guarire
veramente. La guarigione vera non può essere che olistica, cioè della
persona nella sua totalità. Impariamo fin da ora a prenderci cura del
nostro corpo nel suo insieme, e non consideriamone soltanto le parti
indebolite: i buoni risultati non si faranno attendere! (dal volume Dien’
Chan’).
Sommario
• Definizione
• Storia
• La proiezione del corpo sul volto
• La proiezione degli organi interni sul volto
• Come funziona
• Utilizzo
• Come si massaggiano i punti
• Durata del trattamento da parte di un terapeuta
• Cosa può curare il Dien’Chan’?
• Stop al dolore cervicale con la Riflessologia Facciale
• Come curare le disfunzioni della prostata con la Riflessologia Facciale
• Dove fare un corso per imparare la riflessologia facciale
• Siti interessanti
• Libri per approfondire
Importante: quanto qui proposto fa parte di un approccio olistico alla malattia, pertanto
relativamente nuovo, che si è dimostrato efficace. Non asseriamo, con questo, che queste
scoperte siano state scientificamente confermate e che rappresentino la verità in assoluto. Vi
incoraggiamo perciò a studiare, sperimentare, e trovare la verità da voi stessi.
Ricordiamo che le informazioni fornite sono ad esclusivo scopo informativo e non sostituiscono
il medico a cui bisogna rivolgersi per i problemi relativi alla salute.
Definizione
Il Dien’ Chan’ è un valido metodo di riflessologia facciale che arriva dal Vietnam. Con questa
tecnica è possibile, lavorando su se stessi o altri, recuperare o mantenere lo stato di buona
salute. Le sue basi operative si basano su tecniche di massaggio e pressione effettuate su
determinati punti del viso. Questi punti vengono determinati utilizzando delle mappe dei
riflessi, che sono state verificate in circa 30 anni da terapeuti in oltre 35 paesi del mondo.
Questo metodo appare poco scientifico o quasi magico agli occhi dell’uomo occidentale, e si
applica con o senza aghi, stimolando i punti con le dita o con la punta arrotondata di un
qualsiasi strumento.
Può essere utilizzata come tecnica preventiva di base facendo un semplice trattamento
quotidiano di pochi minuti. È anche efficace in ambito traumatologico (incidenti, trombosi,
ictus, ecc.) e può essere un supporto da valutare seriamente nel campo delle patologie
degenerative (SM, Alzaimer, Parkinson, sclerosi, distrofie). Per queste patologie è comunque
necessario che sia affiancata alle terapie tradizionali. Risulta anche assai utile nei periodi
postoperatori al fine di ridurre le cicatrici e le aderenze.
Le tre principali caratteristiche che contraddistingono il Dien’ Chan’ sono:
• L’EFFICACIA: i risultati sono quasi sempre soddisfacenti, anche per problemi di provata
serietà.
• LA SEMPLICITÀ: infatti, basta conoscere l’ubicazione esatta dei punti da trattare, e si
possono stimolare in qualsiasi luogo ci si trova.
• NESSUNA CONTROINDICAZIONE: è una terapia adatta a tutti. Non comporta
l’assunzione di medicinali e neppure un cambio di dieta.
Storia
Il Dien’ Chan’ è una tecnica sviluppata dal Prof. Bui Quoc Chau e la sua equipe medica, è
arrivata dal Vietnam Nel 1980. Come altre aree del corpo (piedi, mani, orecchie, ecc.) anche
sul volto e la testa si possono trovare dei punti riflessi degli organi interni. Dopo un notevole
lavoro di ricerca il prof. Bùi Quôc Châu ne ha scoperto più di 600 punti, e, per semplificare
l’utilizzo della tecnica stessa, ne ha selezionato qualche decina.
È interessante notare che la motivazione di tale ricerca è nata dal risultato rapido e duraturo,
ottenuto facendo terapia ad un paziente col mal di schiena, semplicemente infilando in datipunti del
suo naso, degli aghi usati in Agopuntura. Di fatto la curvatura del naso assomiglia a quella della
colonna vertebrale; similitudine che denuncia una certa correlazione tra questi due organi. Anche le
narici, che stanno alla base del naso, hanno una certa similitudine con le natiche.
Il Dien’ Chan’ considera circa 600 punti riflessi sul viso, localizzati e numerati con l’aiuto di una
quadrettatura fittizia. Nella maggior parte dei casi è sufficiente stimolare da 2 a 5 punti ed è
possibile la risoluzione di molti disturbi in una sola seduta.
Il Dien’ Chan’ è una terapia economica, estremamente utile per il grande pubblico e altrettanto utile
per le professioni mediche o paramediche. Il Dien’ Chan’ permette a chiunque di prendere coscienza
della propria salute e di intervenire ai primi sintomi di malattia, ma non può sostituire le cure
classiche in caso di trauma grave oppure quando il dolore persiste dopo la stimolazione dei punti.
Il Dien’ Chan’, come coadiuvante ai trattamenti medici classici, può attivare la loro azione,
abbreviando i tempi di recupero. Può inoltre prevenire o alleviare numerosi piccoli disturbi che
avvelenano l’esistenza là dove la medicina tradizionale non può fare molto, se non utilizzando
farmaci sempre più potenti.
La proiezione del corpo sul volto
Il prof. Bui Quoc Chau ha scoperto varie mappe nelle quali sul
volto e sulla testa vengono rappresentate le varie aree del
corpo umano. Sul volto vi sono tutte le zone riflesse del corpo
ed in esso si trovano i punti riflessi per curare tutti i dolori.
Pertanto è una mappa preziosa, che si impara facilmente ed è
alla portata di tutti.
Vediamo, nella figurina a lato, la mappa che a noi rende più
chiaramente l’idea dello studio fatto dal prof. Bui Quoc Chau.
• La testa si trova sopra il naso e la radice del medesimo
corrisponde alla cervicale.
• Le spalle si allungano con le braccia lungo le
sopracciglia e sulle tempie troviamo le mani.
• Le natiche e il bacino sono rappresentati dalle narici.
• La spina dorsale si innalza dal bacino, perciò viene
rappresentata dal naso stesso con le sue curve.
• Le cosce e le gambe si trovano ai lati della bocca con le
ginocchia ai lati delle labbra.
• I piedi si riuniscono a livello del mento, con le dita
ordinate sul bordo della mandibola.
Tratta
La proiezione degli organi interni sul volto
Vediamo, nella figurina a lato, una mappa in cui sono
rappresentati gli organi interni ed i loro punti riflessi sul volto.
• a) dalla radice del naso alla sua base: cuore – arteria
polmonare
• b) dalle sopracciglia agli zigomi: polmoni
• c) alla base dello zigomo a destra: fegato
• d) alla base dello zigomo a sinistra e sotto il naaso:
stomaco
• e) a sinistra della narice: fegato
• f) a destra verso la base: cistifellea
• g) su entrambi i lati della bocca: reni – ghiadole
surrenali
• h) dal lato destro del mento e sotto il labbro inferiore:
parte il colon, sale a livello del labbo superiore e naso,
poi ridiscende a sinistra verso la punta del mento: colon
• k) a metà tra la base del naso e il labbo superiore:
pancreas
• i) dalla parte superiore del mento al bordo inferiore:
utero – ovaie
• n) sul bordo inferiore del mento: vescica – retto
Tratta
Come funziona
Gli antichi impararono in modo alquanto empirico che a volte l’energia vitale non scorre come
dovrebbe, creando disfunzioni o malattie. Sbloccando il fluire dell’energia gli organi ritrovavano
la loro vitalità ed il loro corretto funzionamento, ristabilendo la condizione di buona salute.
Il corpo umano è un insieme assai complesso dove ogni parte è collegata con varie altre parti.
Pertanto lo stimolo di un punto sul viso rappresenta un segnale che, tramite il sistema nervoso
viene trasmesso e può provocare una reazione in un altro punto. Questa risposta potrà essere:
• una contrazione o decontrazione muscolare,
• una vaso-costrizione o vaso-dilatazione,
• la stimolazione di una funzione,
• un’azione a livello ormonale.
Utilizzo
Il Dien’ Chan’, pur essendo semplicissimo, permette di ottenere dei risultati straordinari, a
volte stupefacenti e quasi sempre immediati. I campi di applicazione sono pressoché infiniti: si
può usare
• a livello preventivo,
• per mantenere al meglio lo stato di salute,
• come trattamento per il riequilibro energetico,
• come trattamento per guarire da una determinata patologia.
Come si massaggiano i punti
Ricordiamo che gli organi situati a destra hanno i
loro punti riflessi sul lato destro del viso, quelli
situati a sinistra li hanno a sinistra.
A differenza dell’Agopuntura, in cui si usano gli
aghi, nel Dien’ Chan’ si possono usare vari
“strumenti”, tra cui la punta di un dito o la nocca
del dita piegato, oppure la punta arrotondata del
retro di una biro o di una matita, con cui si
stimolando i punti del viso che riguardano gli
organi o la funzione da equilibrare.
Generalmente la stimolazione rilassa il sistema
nervoso e permette alle energie vitali di fluire
liberamente, portando benessere e guarigione.
La stimolazione ha vari effetti, tra cui:
• riequilibrio generale (antistress),
• disintossicazione (purificazione di reni,
pelle e polmoni, e sistema digerente),
• tonificazione,
• primo intervento, per lievi disturbi o
piccoli traumi.
Il Massaggio può essere fatto orizzontalmente,
verticalmente o diagonalmente. Premete
abbastanza (può darsi che appaia un lieve
rossore), senza tuttavia esagerare! Soprattutto
all’inizio sopportate un po’ di dolore. Se siete
troppo leggeri, la stimolazione è inefficace. Se
siete troppo pesanti… farete del male a voi
stessi e farete fuggire coloro che vi hanno
chiesto aiuto! Col tempo e l’esperienza sarete in
grado di giudicare ed operare nel modo più
corretto.
È bene terminare qualsiasi stimolazione con un
massaggio fatto sul punto 0 (davanti
all’orecchio) su entrambi i lati.
Alcuni suggerimenti pratici
• È possibile stimolare più punti semplicemente sfregando la pelle in modo che il
movimento li comprenda tutti.
• Nel primo passaggio cercate di individuare i punti sensibili e quelli che non lo sono.
• Non stimolate mai per molto tempo un punto non sensibile.
• Normalmente la stimolazione di un punto richiede da 5 a 10 secondi. Se il punto è
sensibile stimolatelo per un tempo più lungo.
• Non considerate i punti sensibili come un mezzo per fare diagnosi. Non è facile e per
poterlo fare ci vuole una notevole esperienza.
• Non importa quali punti avete stimolato, terminate sempre stimolando l’area relativa al
punto 0, davanti ad ogni orecchia.
Durata del trattamento da parte di un terapeuta
La durata di un trattamento varia dai 30 secondi ai 15 minuti, mentre la frequenza delle sedute
dipenderà dal problema. Appare ovvio come un problema cronico (che dura da tanti anni, Ndr)
richieda molte più sedute di uno che si è manifestato da poco tempo.
Cosa può curare il Dien’ Chan’?
(Materiale tratto dal volume Dien’ Chan’).
• Problemi concementi la schiena: articolazionl, muscoli. Dolori lombari, cervicali, spalle,
ginocchia, colonna vertebrale, braccia, gambe, mani, dita, piedi, caviglie, artrosi,
reumatismi, poliartrite, lussazioni, sciatiche, lombaggini ecc.
• Probleml sessuali e dell’apparato genitale, squilibri ormonali. Problemi mestruali
(mestruazioni dolorose, abbondanti, insufficienti), amenorrea, perdite bianche, vaginite,
prostatite, sterilità, contraccezione, impotenza, frigidità, eiaculazione precoce,
menopausa, pre-menopausa, vampate di calore, secchezza vaginale, prolasso
dell’utero, fibroma, ciste ovarica, mastite, allattamento, ipo/ipertiroidismo, ecc.
• Probleml dl pelle: infiammazioni diverse, acne, prurito, eczema, psoriasi, bruciori, fuoco
di sant’Antonio, orticaria, ecc.
• Disturbl digestivi, assimilazione e eliminazione: colite, gastrite, diabete, costipazione,
diarrea, epatite, calcoli biliari e renali, ritenzione idrica, obesità, cellulite, emicrania,
ecc.
• Disturbi del sistema nervoso: depressione, insonnia, ansia, irritabilità, bambini nervosi
o iperattivi, apatia, fatica cronica, mal di testa, mali da viaggio, ecc.
• Disturbi della circolazione: cattiva circolazione, varici, ipo o ipertensione, vertigini,
malattie diverse, ecc.
• Qualche caso particolare o cronico: morbo di Parkinson, alcuni tumori, emiplegia,
paralisi, parestesia…
• Disturbi respiratori: bronchite, asma, sinusite, raffreddori…
• Altro: visione imperfetta, abbassamento dell’udito, allergie…
Stop al dolore cervicale con la Riflessologia Facciale
Sfiorate il bordo superiore della fronte e l’attaccatura dei capelli, dal centro verso l’estremità,
con piccoli movimenti verticali.
Proseguite scendendo con lo stesso movimento, in verticale, vicino alle orecchie.
Lavorate attorno al naso con gli stessi movimenti, sia in prossimità delle narici che lungo la
linea del naso.
Dal naso tracciate due linee curve che si separano seguendo le sopracciglia
I movimenti vanno ripetuti 30 volte. La respirazione durante l’esecuzione dovrebbe essere
rilassata e profonda, seguire i movimenti e le linee del gesto. Va pensato come un vero e
proprio autotrattamento cui ricorrere tutti i giorni, fino allo scioglimento di blocchi e
contratture. D’altra parte, le dita le abbiamo sempre a portata di mano.
Nota.Se il trattamento da solo non dovesse bastare, potete abbinare specifici esercizi per il
dolore cervicale o continuare la cura anche nel sonno, ricorrendo a speciali cuscini ergonomici
pensati proprio per chi soffre di dolore cervicale.
Un esempio di:
Come curare le disfunzioni della prostata (immagine con i punti da
stimolare)
Un esempio di:
Come curare l’Astenia (immagine con i punti da stimolare)

— 

Costo della Visita Guidata + Lezione di Hatha Yoga:
16 € (Visita e Lezione)
Under 15 anni, 13€ – Under 6 anni gratuito

Numero minimo adesioni: 10 persone
Numero massimo adesioni: 25 persone

Adesioni:
Adesioni via email massaggioinamaca@gmail.com  (o telefonica 3294167403) con i nominativi dei partecipanti, se ci sono minori o titolari di riduzioni e un numero di telefono cellulare come riferimento. Al momento della prenotazione sarà fornita via mail una notifica con tutti i dettagli per l’incontro e il programma della visita.

CANTO ARMONICO E YOGA NEI LUOGHI ENERGETICI

Quando parlo di vibrazione parlo di una cosa reale. Se noi ci mettessimo in una stanza dove non penetra alcun suono, avvertiremmo subito un paio di suoni che nascono dal proprio corpo; uno è basso, è il suono del sistema circolatorio, letteralmente del sangue che scorre nelle vene. Un altro è una specie di sibilo che avvertiamo nelle orecchie, collegato al sistema elettromagnetico del cervello, più acuto, che viene definito suono del sistema neuro-vegetativo. Dobbiamo imparare a prendere coscienza di questi due suoni, armonizzarli, e da lì far nascere tutte le azioni del nostro corpo. Sembra qualcosa di estremamente complicato, ed invece è piuttosto semplice da attuare. Quindi il canto armonico nasce da questi due aspetti: il benessere in noi nasce dall’armonizzazione di questi due suoni e quindi di questi due grandi sistemi all’interno del nostro corpo.

 

phone : (+39) 3294167403

Lascia un Commento